CEF, misure specifiche per il settore marittimo

Si riportano di seguito due interessanti misure di finanziamento specifiche per il settore marittimo previste dal programma CEF – Connecting Europe Facility, ovvero le call “CEF Transport Reflow 2019” (relativa a progetti infrastrutturali, studi e/o lavori relativi ai porti della rete Core. Rientrano in questa call anche progetti sulle “Autostrade del Mare”) e “CEF Blending Facility“.

Nello specifico, il bando “CEF Trasport Reflow 2019”, nell’ambito delle dotazioni generali e della coesione, promuove le sette priorità del programma di lavoro pluriennale sui trasporti per il periodo 2014-2020. La dotazione per la coesione pari a 650 milioni di euro è riservata ai 15 Stati membri dell’UE che possono beneficiare del sostegno del Fondo di coesione. Si ricorda che il Fondo di coesione assiste gli Stati membri con un reddito nazionale lordo (RNL) pro capite inferiore al 90% della media dell’Unione europea e tra questi non figura l’Italia. Per quanto riguarda invece la dotazione generale (in questo caso tutti gli Stati membri dell’UE possono presentare proposte di finanziamento) le risorse ammontano a 750 milioni di euro e sono così ripartite:

– progetti sui corridoi della rete centrale (ferrovie, vie navigabili interne, strade, porti marittimi e interni): 500 milioni;

– implementazione del sistema europeo di gestione del traffico ferroviario (ERTMS): 50 milioni di euro

– infrastruttura sicura e protetta: 20 milioni di euro;

– servizi di trasporto intelligenti (ITS): 20 milioni di euro;

– cielo unico europeo – SESAR: 20 milioni di euro;

– azioni per l’infrastruttura nei nodi della rete centrale, compresi i nodi urbani e la multimodalità per il trasporto dei passeggeri: 110 milioni di euro;

– Autostrade del mare: 30 milioni di euro (Servizi contenitori e Ro-Ro).

Le proposte potranno essere presentate da uno o più Stati membri o, con l’accordo degli Stati membri interessati, da organizzazioni internazionali, imprese comuni, ovvero imprese od organismi pubblici o privati, stabiliti nei Paesi dell’Unione.

Il programma “CEF Transport Blending Facility” rappresenta un approccio innovativo per promuovere la partecipazione di investitori e istituzioni finanziarie del settore privato a progetti che possano contribuire alla sostenibilità ambientale e all’efficienza del settore dei trasporti in Europa.

Questa iniziativa sosterrà due settori che rientrano nell’agenda della Commissione europea per un sistema di trasporto pulito e digitale:

– lo sviluppo dell’European Railway Traffic Management System (ERTMS);

– lo sviluppo nell’utilizzo di carburanti alternativi.

Il CEF Transport Blending Facility ha uno stanziamento pari 198 milioni di Euro ed è gestito dalla Innovation and Networks Executive Agency (INEA).

SCADENZE

CEF Transport Reflow Call 2019

Termine presentazione delle domande: 26 febbraio 2020.
Sottomissione della documentazione al MIT: 24 gennaio 2020.

CEF Transport Blending Facility 2019

Tempistiche: prima deadline (cut off date) prevista il 14 febbraio 2020.
Il progetto e i relativi costi sostenuti sono eleggibili a partire dalla data di sottomissione della proposta fino al 31 Dicembre 2023.